corredo per la casa delcomsrl catania misterbianco

Quali sono le migliori lenzuola da scegliere?

Per poter fare la giusta scelta d’acquisto, dobbiamo valutare come devono essere i tessuti: qualità e cuciture. Il tipo di tessuto influenza davvero la qualità del sonno, dato che vi passiamo circa un terzo della nostra vita. Prima di tutto occorre controllare che la qualità delle lenzuola sia alta. Questo significa che bisogna optare per tipi di cotone, come il percalle, con una trama fitta e regolare, è la migliore garanzia di qualità e di durabilità del prodotto. Lenzuola, coperte, piumini, copri piumini: le scelte sono diverse a seconda delle stagioni e anche delle esigenze di ognuno di noi.

MISURE DELLA BIANCHERIA DA LETTO
Ognuno degli elementi sopraelencati è di solito disponibile nelle misure standard dei vari tipi di letto:

  • Matrimoniale, 160 o 180 cm di larghezza per il letto, circa 2 metri di larghezza per la biancheria
  • Una piazza e mezza o alla francese, 130 o 150 cm di larghezza per il letto, circa 170 cm per la biancheria
  • Singola, 80-90-100 cm di larghezza, circa 120 cm per la biancheria
  • Per le misure dei più piccoli, dipende dall’età e dalle conseguenti misure del lettino.
  • Per quanto riguarda la lunghezza, i letti vanno dai 190 ai 200 cm, quindi la biancheria dovrà essere necessariamente più lunga, in modo da avvolgere completamente il corpo senza lasciarlo mai inavvertitamente scoperto. Quando si scelgono elementi per la biancheria da letto, occorre controllare accuratamente le misure solitamente scritte sulla confezione e sull’etichetta del prezzo; dobbiamo preventivamente conoscere però le misure del nostro letto, se non ne possediamo uno standard.
    Le lenzuola possono essere principalmente di quattro tessuti:
  • Lino
  • Cotone
  • Flanella
  • Acrilico

Lana e felpati possono completare l’imbottitura del lenzuolo. Ovviamente quando si parla di flanella, lana o felpati, si parla delle stagioni fredde, mentre il cotone e il lino sono invece indicati per le stagioni calde. Anche la seta può essere una scelta estiva, naturalmente molto costose.

Da tempo c’è l’arte del riciclo, anche con le lenzuola possiamo suggerirvi cosa realizzare:

  • le lenzuola matrimoniali che per vari motivi si sono ristrette, possono diventare lenzuola per un lettino singolo: bisogna ritagliarle secondo la misura voluta e orlarle.
  • Tovaglie per il pranzo di tutti i giorni. Basta tagliarle della giusta dimensione e cucire ai lati un bel bordo di stoffa in tinta, alto almeno 10 cm.
  • Copripiumoni per il letto dei bimbi: basta cucire le lenzuola a sacco.
  • Tovaglie per i vostri pic-nic: basta cucirle sopra ad un vecchio plaid!

Tappeti: le lenzuola possono essere tagliate in strisce (sottili fettucce dello spessore di 2-3 cm) in modo da ricavarne del filato. Questo potrà essere lavorato all’uncinetto o intrecciato a mano per formare lunghe trecce che opportunamente arrotolate su se stesse e cucite, tralizzando simpaticissimi tappeti.  Il procedimento è un po’ lungo ma il risultato che si ottiene, ne vale la pena

Ricicla-Riusa-Riadatta :

  • nuove federe
  • fodere per i cuscini
  • grembiuli da cucina
  • tovagliette americane
  • presine da cucina
  • simpatici prendisole da bambine
  • rivestimento per l’asse da stiro
  • custodie copri giacche e cappotti
  • custodia copri macchina da cucire
  • tendine per piccole finestre
  • bordi per asciugamani che hanno bisogno di essere rinnovati
  • bordi per tovaglie
  • cestini per la casa
  • portaposate di stoffa
  • cestini portamatite
  • tovaglioli
  • sacchetti porta-pane
  • sacchetti per la biancheria
  • sacchetti da viaggio per le scarpe
  • stracci per spolverare.
Condividi
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *